Nature’s data: la company che punta a migliorare la canapicoltura a beneficio dell’ambiente

La canapa sta diventando rapidamente il materiale chiave del futuro prossimo. Per quanto ecosostenibile, non si può pensare di semplicemente piantarla nel terreno e, senza alcuna conoscenza, congratularsi del lavoro fatto per l’ambiente. Se si vuole che sia una risorsa fondamentale per il pianeta, bisogna pensare di ottimizzarne l’uso, in modo da non incorrere in errori di intensificazione che la possano rendere non sostenibile.

Ciò è quello che si è preposto di fare Nature’s Data, una company britannica che ha deciso di focalizzarsi sul miglioramento dell’uso delle risorse nella canapicoltura per portare beneficio all’ambiente. Quasi un anno fa sono entrati in contatto con Assocanapa, offrendo una collaborazione grazie alla quale avrebbero studiato i suoli e le coltivazioni della canapa in Italia, confrontandole con altri simili progetti in diverse aree del mondo. Con questo lavoro di data gathering, l’obiettivo era di esplorare come si potesse affiancare il lavoro di un agricoltore con la agritecnologia, così da diminuire gli input di coltivazione ed aumentare le rese. Hanno lavorato per un anno a fianco di agricoltori e personale Assocanapa e Assocanapa Srl, con la volontà di imparare il più possibile e mettere a punto strumenti fatti su misura per un canapicoltore che vuole inserire la canapa nella rotazione. Analisi del suolo, umidità, fertilità, temperatura, previsione meteorologiche e analisi delle rese anche sulle coltivazioni successive, per capire quanto la canapa influisce sulla produttività di altre colture. Tutto ciò con l’obiettivo di poter aiutare l’agricoltore ad usare meno risorse possibili, per il bene dell’ambiente, e scoprire quali condizioni climatiche e di terreno sono più di beneficio per la canapa.

Questo è il primo anno in cui, dopo una lunga e attenta messa a punto, Nature’s Data mette i suoi servizi sul mercato per chi fosse interessato a monitorare i propri campi e avere un aiuto immediato e accessibile nell’ottimizzazione delle colture. Il sistema funziona a sensori in campo che riflettono tutti i dati giornalmente, su una dashboard semplice ed accessibile che l’agricoltore può usare ogni giorno. Tutto con il supporto 24/7 della compagnia, e la volontà della stessa a lavorare con e per l’agricoltore.

Dopo un anno di prove, abbiamo dato una review della collaborazione, che può essere letta qua: Hemp Trials in Italy (ENG)