L’ExpoCañamo si sposta a settembre per dar spazio ad un ampio programma

Decriminalizzazione Argentina

La prima fiera nazionale argentina della canapa industriale, ossia ExpoCañamo, organizzata da Proyecto Cañamo in collaborazione con altre associazioni e le istituzioni locali, si è dovuta spostare al 2-3-4 settembre. Il programma e le esposizioni in mostra si sono ampliate in modo tale da dover richiedere una maggiore organizzazione, ma ciò ha portato ad un evento ricco di conferenze, discussioni ed esempi fisici delle molteplici opportunità date dalla canapa industriale.

Questo spostamento ha permesso, in concomitanza, di celebrare l’apertura del primo museo argentino della canapa e della prima biblioteca apertamente consultabile e dedicata a tutto ciò che ha a che fare con la cannabis. Una fiera importante, nell’anno in cui finalmente, grazie anche al lavoro di Proyecto Cañamo (maggiore associazione civile per la canapa industriale argentina), la nazione ha decriminalizzato la produzione di canapa industriale.

Si è ancora tenuto in programma l’intervento di AssoCanapa Nazionale, che ha contribuito all’apertura della fiera con un saluto formale da parte della presidente Carlotta Canavesio ed un augurio di buoni lavori, per poi esporre, in un discorso aperto al pubblico, i parallelismi tra le due nazioni in ambito del rinascimento del settore della canapa industriale.